Sidebar
-5%

Barilli R.: La narrativa del Capitani coraggiosi

: Copie disponibili in magazzino

: Letteratura

: Ugo Mursia Editore

€20,90 €22,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Questo saggio nasce in stretto riferimento al precedente La narrativa europea in età contemporanea, in cui venivano presi in esame scrittori quali Joyce, Proust, Woolf, Musil, ponendoli in rapporto con i grandi protagonisti di una rivoluzione culturale avvenuta tra fine Ottocento e inizi Novecento, Freud per le scienze umane e Einstein per quelle fisico-matematiche. In più o meno sintonia con loro, Joyce e Compagni si erano sentiti indotti a condurre una esasperante e minuziosa analisi del vissuto. Ma restava fuori un autore della mole del polacco Joseph Conrad, anche se di solito accostato a quegli innovatori. La differenza sta nel fatto che i personaggi dei romanzi conradiani sdegnano di soffermarsi a riflettere sul loro vissuto, ma si precipitano in azioni tumultuose fino a sfidare la morte, e così anticipano quanto poi avrebbe affermato un filosofo quale Heidegger, il teorico appunto dell’«essere per la morte». Se Conrad si è trovato ad anticipare le teorie heideggeriane, molti anni dopo, proprio a cavallo tra i due secoli, sono arrivati altri narratori, coetanei tra loro, che ne hanno seguito le orme in un’analoga sfida tra le forze della vita e l’incombere della morte. E dunque, qui si opera un’avvincente e imprevista lettura di questi altri «capitani coraggiosi», pronti a sfidare i rischi di guerre e rivoluzioni. Sono i francesi Malraux e Saint-Exupéry, lo statunitense Hemingway, i nostri Silone e Malaparte.

Renato Barilli (1935) è professore emerito dell’Università di Bologna, dove per lunghi anni ha insegnato Estetica, Arte contemporanea e Fenomenologia degli stili, scrivendo numerosi saggi in ciascuno di questi settori, cui va pure aggiunta una vasta produzione dedicata alla critica della narrativa. Con Mursia ha pubblicato molti volumi (di cui si veda a parte l’elenco), tra cui La narrativa europea in età contemporanea (2014). Nel settore del visivo, ha scritto il riassuntivo Arte e cultura materiale in Occidente. Dall’arcaismo greco alle tendenze recenti (2011); sul fronte letterario, due ampi spaccati sulla narrativa di epoca moderna, rispettivamente in Italia (Dal Boccaccio al Verga, 2005) e in Europa (Da Defoe a Tolstoj, 2010).