La guerra sui mari: Zamorani M.: L'agguato di Matapan
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./L_agguato_di_Mat_4ea18ea3d73a9

Zamorani M.: L'agguato di Matapan

Prezzo base18,50 €
Prezzo di vendita15,73 €
Sconto-2,77 €

Descrizione veloce

L'atroce sconfitta di Matapan del 28 marzo 1941, in cui la flotta italiana perse, in pochi minuti, 2300 uomini, tre incrociatori pesanti - Pola, Fiume e Zara - e due cacciatorpedinieri - Alfieri e Carducci.

Qta:

L'agguato di Matapan
28-29 marzo 1941

Massimo Zamorani

Pagine: 320
Codice: 13161
EAN: 9788842533641
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


«Nella dura battaglia svoltasi nel Mediterraneo centrale abbiamo perduto tre incrociatori di medio tonnellaggio e due caccia. Molti uomini degli equipaggi sono stati salvati.» Bollettino di guerra n. 297 del 31 marzo 1941

Lo scontro notturno avvenuto nella tarda serata del 28 marzo 1941 nelle acque di Capo Matapan, nel Mediterraneo orientale, tra le forze navali italiane e inglesi non fu una battaglia, ma un vero e proprio agguato e per giustificare questo sanguinoso episodio si diffuse l’idea che alla sua radice ci fosse qualcosa di inspiegabile. Tale convinzione è rimasta fino a oggi, anche se si è parlato e scritto molto sull’argomento. Con questo libro-inchiesta non si svela un mistero ma si chiarisce che all’origine della più dolorosa sconfitta navale della storia d’Italia c’è l’intervento di una ragazza di diciannove anni, Mavis Lever. Fu lei a decrittare un messaggio segreto, primo anello della catena che trascinò la squadra navale italiana verso la trappola mortale. Matapan costò la perdita di 5 navi e 2.303 vite di marinai italiani contro 3 aviatori caduti da parte inglese.


L'autore
Massimo Zamorani, giornalista, già volontario di guerra, ha esordito al quotidiano «Il Secolo XIX» di Genova, dove ha lavorato per vent’anni. Dopo aver diretto «Il Corriere Mercantile», è passato come inviato speciale a «Il Giornale», allora di Montanelli. Ha viaggiato in Africa, Medio ed Estremo Oriente, America del Nord e del Sud. è stato corrispondente di guerra nell’arco di un trentennio: dal conflitto del Kippur al Golfo, Somalia, Libano, Algeria, Kurdistan, Mozambico, Namibia, Bosnia, Iraq. Collabora con periodici italiani e stranieri.


Rassegna stampa




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.