Storia Moderna: Omodeo A.: L'opera politica del conte Cavour
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./L_opera_politica_4fb1115b1e02a

Omodeo A.: L'opera politica del conte Cavour

Prezzo base23,00 €
Prezzo di vendita19,55 €
Sconto-3,45 €

Descrizione veloce

Una biografia scritta da un grande storico del passato, che analizza gli anni d’azione del patriota piemontese dal 1848 al 1957 attraverso l’esame dei suoi carteggi politici e lo studio della sua attività parlamentare.

Qta:

L'opera politica del Conte di Cavour
1848-1857

Adolfo Omodeo

Pagine: 472
Codice: 14287
EAN 9788842548867
Collana: Indici


 

Appena letto, Benedetto Croce lo definisce una «perfetta realtà storica». A più di settant’anni, Giuseppe Galasso, nella Prefazione, afferma che «il libro di Omodeo rimane con un rilievo inconfondibile e duraturo e con una nota incontestabile di originalità».

 

Un classico della storiografia del Novecento, un testo che ha rivoluzionato le letture tradizionali dell’opera del grande tessitore. All’interpretazione realistica, infatti, lo storico siciliano ne sostituisce una idealistico-liberale e tuttavia, scrive il massimo studioso della storiografia italiana del secolo breve, Walter Maturi, senza negarne il «momento machiavellico». Il Cavour di Omodeo è «fermissimo nell’ideale liberale» anche quando «ebbe incertezze, oscillazioni, improvvisazioni». Scritto durante la fase terminale del fascismo, il libro sottolinea che proprio la parte più feconda dell’operato cavouriano va ricercata «nell’affermazione del regime parlamentare del Piemonte… nocciolo del regime parlamentare in Italia».
Altrettanto innovative sono le conclusioni sulla funzione «storica di Mazzini e di Cavour nel Risorgimento», da intendersi come «dialetticamente necessari l’uno all’altro».


L'Autore

Adolfo Omodeo (1889-1946), fra i protagonisti del neoidealismo, prima vicino a Gentile, poi collaboratore stretto di Croce durante gli anni del fascismo, è una delle figure di spicco della storiografia italiana del primo Novecento. Tra le sue opere Paolo di Tarso. Apostolo delle genti, gli Studi sull’Età della Restaurazione e, naturalmente, la biografia cavouriana. Dopo la caduta della dittatura è nominato rettore dell’Università di Napoli e, per un breve periodo, ricopre anche la carica di ministro della Pubblica Istruzione.

 


 

Rassegna stampa:

Agosto 2012 Qui Libri
31.07.2012 La voce repubblicana

24.07.2012 Corriere della Sera

15.05.2012 Europa





Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.