Storia Moderna: Bolzoni A.: I dannati di Vlassov
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./I_dannati_di_Vla_4d0cccd62e64f

Bolzoni A.: I dannati di Vlassov

Prezzo base18,00 €
Prezzo di vendita15,30 €
Sconto-2,70 €

Descrizione veloce

Uccisi o deportati nei gulag: una ricerca svela il drammatico destino dei russi anticomunisti che gli Alleati riconsegnarono a Stalin.

Qta:

I dannati di Vlassov
Il dramma dei russi antisovietici nella Seconda guerra mondiale

Adriano Bolzoni

Pagine: 286
Codice: 14069
EAN 9788842542186
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


«Milioni e milioni di russi, in forme e modi diversi, hanno legato la propria sorte e la propria vita alla sorte e alla vita degli invasori pur di combattere il potere sovietico.»

Durante il conflitto in Europa, circa 3 milioni di russi affiancarono le forze armate di Hitler. Dal Caucaso ai Paesi baltici, dall’Ucraina alle pianure attraversate dal Don e dal Volga, si schierarono con gli invasori e presero le armi per battersi contro l’Armata Rossa. Quando fu evidente la sconfitta della Germania, masse di militari e civili provenienti dai territori occupati ad est dalla Wehrmacht preferirono seguire l’alleato in ritirata e rifugiarsi in occidente piuttosto che ritornare sotto il giogo di Stalin. Gli anglo-americani, cedendo alle pressioni di Mosca, consegnarono tutti i russi anticomunisti, contro la loro volontà e con cinismo, nelle mani del boia sovietico: cosacchi, baltici, caucasici, ucraini, donne, vecchi e bambini furono così condannati a morte certa, destinati a riempire fosse comuni o i campi dell’Arcipelago Gulag. Un’oscura e tragica pagina, in particolare quella dell’armata del generale Vlassov, ancora oggi poco conosciuta o ignorata, raccontata sulla base di un’attenta ricerca condotta su documenti, scritti, diari e testimonianze dell’epoca.


L'autore
Adriano Bolzoni (1919-2005), combattente in Grecia e Montenegro, poi corrispondente di guerra, è stato direttore de «Il Borghese» e appassionato studioso di questioni storico-militari. È stato regista e sceneggiatore.

Con Mursia ha pubblicato Allah Akbar (1997).


Rassegna stampa
febbraio 2011 Armi e munizioni




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.