Storia Militare: Marsetic A.: Dall'Adige al Don
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./Dall_Adige_al_Do_4da712ec93a06

Marsetic A.: Dall'Adige al Don

Prezzo base16,60 €
Prezzo di vendita14,11 €
Sconto-2,49 €

Descrizione veloce

Battaglie, eserciti, armamenti, uomini: il diario di guerra di un soldato dell'Armir, per capire che cosa avvenne sul fronte russo.

Qta:

Dall'Adige al Don
Il 79° reggimento fanteria nella campagna di Russia
Albino Marsetic

Pagine: 248
Codice: 13470
EAN 9788842529576
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


«Nel luglio 1941, a ventun anni con il grado di sergente maggiore inquadrato nella compagnia comando reggimentale del 79° fanteria "Roma", sono partito per il fronte russo, dove sono rimasto fino al novembre 1942, quando il destino ha deciso di farmi rientrare.»

Sessant'anni dopo la tragedia dell'Armir e della guerra di Russia, Albino Marsetic consegna ai lettori il suo diario di guerra, un lavoro unico nel suo genere. È un testo di grande interesse sul piano umano ma soprattutto sul piano militare. Marsetic ha registrato con precisione spostamenti di truppe, l'organizzazione militare, lo svolgersi delle battaglie, la vita delle truppe.

Grazie al diario di Marsetic possiamo seguire i soldati del 79° reggimento fanteria "Roma" divisione del Pasubio nel lungo viaggio dalle sponde dell'Adige alle steppe russe, di battaglia in battaglia fino alla sacca del Don. Prima in treno, poi in camion e infine a piedi verso luoghi che nessuno aveva mai sentito nominare ma che resteranno nella storia come tappe del tragico calvario delle truppe italiane in Russia.

Marsetic è un militare nel senso più completo del termine: non discute gli ordini, non giudica, non inveisce contro la guerra. Obbedisce e fa obbedire. L'originalità di questo diario sta proprio nello sguardo da "addetto ai lavori", da soldato che registra con sguardo neutrale tutto ciò che gli accade attorno. Ma la forza della tragedia storica attraversa ogni pagina, nelle immagini degli ebrei ungheresi asserragliati nel ghetto, delle donne sovietiche prigioniere perché accusate di spionaggio, delle tormentate marce di un esercito male attrezzato, dei commilitoni morti. Un diario di guerra vivido e coinvolgente arricchito da foto inedite.


L'autore
Albino Marsetic, nato a Trieste nel 1919, si è arruolato volontario in fanteria nel 1937. Sergente maggiore nel 1940, subito dopo lo scoppio del secondo conflitto mondiale è stato trasferito nel 79° reggimento fanteria con il quale ha partecipato alle operazioni nei Balcani nella primavera del 1941, e alla successiva campagna di Russia, meritando la Croce al Merito durante la prima battaglia del Don, nel giugno 1942. Rimpatriato nel novembre dello stesso anno, ha combattuto sul fronte meridionale italiano nel luglio-settembre 1943. Nel dopoguerra ha raggiunto il grado di maresciallo maggiore aiutante. E' andato in congedo nel 1977.


Rassegna stampa




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.