Secondo Dopoguerra: Carioti A.: I ragazzi della fiamma
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./I_ragazzi_della__4dc3cae53715f

Carioti A.: I ragazzi della fiamma

Prezzo base18,00 €
Prezzo di vendita15,30 €
Sconto-2,70 €

Descrizione veloce

Dopo il controverso «Gli orfani di Salò», continua l’indagine sui giovani del MSI negli anni Cinquanta. I ragazzi della Fiamma sono l’anima del partito, ma la convivenza tra chi sogna la rivoluzione e chi vuole andare al governo si rivela presto difficile

Qta:

I ragazzi della Fiamma
I giovani neofascisti e il progetto della grande destra
1952-1958
Antonio Carioti

Pagine: 304
Codice: 13068
EAN: 978-88-425-4854-6
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia-1945-1989: Dalla vittoria alleata alla caduta del muro di Berlino


«Realistico o irrealistico che fosse, per noi cercare di rilanciare gli ideali del fascismo era l'unica scelta possibile, l'unico obiettivo per cui valesse la pena di battersi, di sacrificarsi e di rischiare.»

Nei primi anni del MSI i giovani sono stati l’anima del partito. Ne hanno difeso i comizi nelle piazze, ne hanno portato la voce nelle scuole e nelle università, ne hanno pungolato i dirigenti troppo disponibili al compromesso con l’Italia antifascista. Hanno contribuito a definire l’identità missina anche sotto il profilo culturale.

All’inizio degli anni Cinquanta, sulla spinta delle manifestazioni per Trieste, i giovani neofascisti puntano a conquistare la guida del MSI. Ma, per tentare di farlo, devono accettare di venire a patti con il leader del partito, Arturo Michelini, che insegue il progetto della grande destra: un’alleanza con monarchici, liberali e cattolici conservatori per inserirsi nel sistema e impedire l’intesa tra la DC e i socialisti. Nel MSI la convivenza tra chi sogna la rivoluzione e chi vuole andare al governo si rivela presto assai difficile. Ne nascono duri conflitti, che dividono e mandano in crisi i ragazzi della Fiamma: il dilemma tra richiamo all’eredità fascista e ricerca della legittimazione democratica segnerà tutto il percorso della destra italiana.


L'autore
Antonio Carioti, nato a Reggio Emilia nel 1961, ha esordito come giornalista alla «Voce Repubblicana» e dal 2004 lavora alle pagine culturali del «Corriere della Sera». Nel 2008 ha pubblicato con Mursia il controverso saggio Gli orfani di Salò. Il «Sessantotto nero» dei giovani neofascisti nel dopoguerra. 1945-1951, di cui questo volume costituisce il seguito. Sempre sulle vicende della destra italiana ha realizzato nel 1995 un libro intervista con Marco Tarchi, Cinquant’anni di nostalgia. È autore di varie pubblicazioni, tra cui il saggio Di Vittorio (2004) sulla figura del leader storico della CGIL, una Breve storia del presidenzialismo in Italia (1997) e il pamphlet Maledetti azionisti (2001).


Rassegna stampa

18.05.2012 Corriere del Mezzogiorno
25.11.2011 Corriere della Sera (Milano)

31.08.2011 Area
31.07.2011 Corriere del Mezzogiorno (Napoli)
28.07.2011 Il Giorno (Milano)
19.07.2011 La Gazzetta del Mezzogiorno
12.07.2011 L'Eco di Bergamo
09.07.2011 Giornale di Brescia
08.07.2011 Il Giornale
25.06.2011 Europa
14.06.2011 Libero
11.06.2011 L'Avanti
29.05.2011 Il Tempo
29.05.2011 La Provincia
28.05.2011 Europa
22.05.2011 Secolo d'Italia
21.05.2011 Il Piccolo
19.05.2011 Il Piccolo
18.05.2011 Corriere della Sera

Rassegna stampa siti internet
14.09.2011 Archiviostorico.info
14.07.2011 Radioradicale.it
25.06.2011 Europaquotidiano.it
26.05.2011 Virgilio.it
24.05.2011 Ilvelino.it






Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.