Seconda Guerra Mondiale cont: Cantaluppi G.: Flossenburg
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./Flossenburg_4d3425861fbf6

Cantaluppi G.: Flossenburg

Prezzo base16,00 €
Prezzo di vendita13,60 €
Sconto-2,40 €

Descrizione veloce

A Flossenburg, la "fabbrica della morte" secondo la definizione dei giudici di Norimberga venne internato Gaetano Cantaluppo, eroe della battaglia di El Alamein. Questo è il suo diario

Qta:

Flossenburg
Ricordi di un generale deportato
Gaetano Cantaluppi

Pagine: 208
Codice: 13015
EAN 9788842539681
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - Per non dimenticare
Con inserto fotografico


Ho fatto tre guerre e il mio polso non ha mai superato le 70 pulsazioni anche nei momenti più critici. Ed ora invece mi sembra una motore adl alto regime. L'elenco dei chiamati per il trasporto in Germania continua.

Il Lager di Flossenburg, definito dalla sentenza di Borimberga "fabbrica della morte" è forse meno conosciuto di altri. Eppure in questo campo della Baviera, a ridosso del confine con la ex Cecoslovacchia morirono più di tremila italiani tra i quali il fratello di Sandro Pertini. Qui fu internato anche il generale Gaetano Cantaluppi, croce di ferro di I e II classe, ed eroe della battaglia di El Alamein, arrestato dalle SS nel 1944 con l'accusa di essere entrato, dopo l'8 settembre, nel Comitato di LIberazione di Verona. Il suo diario racconta la tragica realtà di uno dei più terribili campi di annientamento, ma anche la forza di un uomo che ha affrontato con lo stesso rigore le battaglie nel deserto e le umiliazioni del lager.


L'autore

Gaetano Cantaluppi (Milano 1890 - Verona 1984) iniziò la sua carriera militare come volontario nella guerra di Libia. Dopo aver partecipato alla Grande Guerra è stato direttore dell'Accademia militare di Modena. Durante il Secondo conflitto mondiale ha combattuto in Africa settentrionale.
Dopo l'8 settembre ha fatto parte del Comitato di Liberazione di Verona. Nel dopoguerra ha comandato la "Folgore" e ha presieduto l'Opera nazionale Invalidi di guerra.

Rassegna stampa




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.