Fascismo: Cuzzi M.: L'internazionale delle camicie nere
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./L_internazionale_4ce6be47be6f8

Cuzzi M.: L'internazionale delle camicie nere

Prezzo base22,00 €
Prezzo di vendita18,70 €
Sconto-3,30 €

Descrizione veloce

La storia dei Comitati d’azione per l’universalità di Roma, nati allo scopo di reclutare i simpatizzanti stranieri residenti in Italia che avrebbero dovuto contribure allo sviluppo di una rete internazionale fascista.

Qta:

L'internazionale delle camicie nere
I Caur 1933-1939 

Marco Cuzzi
Presentazione di Michael A. Ledeen

Pagine: 472
Codice: 13191
EAN 9788842534679
Collana: Testimonianxe fra cronaca e storia - 1919-1939: vent'anni di pace instabile


»Tra un decennio l'Europa sarà fascista o fascistizzata! L'antitesi in cui si divincola la civiltà contemporanea non si supera che in un modo, con la dottrina e con la saggezza di Roma.»
Mussolini, ottobre 1932

Dalla fine degli anni Venti il regime fascista iniziò a rivolgere lo sguardo oltre frontiera. La stagione dell’«universalismo fascista» fu sostenuta da numerosi gerarchi e intellettuali, e infine appoggiata dal Duce. Il passo successivo fu la costituzione dei Comitati d’azione per l’universalità di Roma (CAUR) di Eugenio Coselschi, che ebbero il compito di inquadrare i simpatizzanti stranieri residenti in Italia, ma soprattutto di preparare il terreno all’estero mediante la creazione di una rete di rapporti tra il partito-guida italiano e i suoi epigoni.

Si creò in questo modo la base di un’Internazionale fascista per molti aspetti speculare al Komintern comunista, con tutti i corollari fatti di ispettori itineranti, intelligence, attività ai limiti della cospirazione, propaganda. L’anno di nascita dei CAUR (1933) coincise con l’ascesa al potere di Hitler e con la presenza in Europa di un concorrente diretto del fascismo italiano. La guerra d’Etiopia e la lotta antisanzionista sancirono il culmine della parabola storica dei Comitati, mentre il tormentato ma inesorabile avvicinamento italiano alla Germania ne determinò il tramonto.


L'autore
Marco Cuzzi (Milano 1962) è dottore di ricerca in Storia politica dell’Europa e collabora con la cattedra di Storia contemporanea della Facoltà di Scienze Politiche di Milano, con la Commissione italiana di storia militare e con il Comitato italo-francese di studi storici. Tra le sue pubblicazioni si ricorda L’occupazione italiana della Slovenia 1941-1943 (1998).


Rassegna stampa
17.02.2011 Brescia Oggi

Rassegna stampa siti internet




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.