Alpini: Gnocchi Carlo: Cristo con gli alpini
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./Cristo_con_gli_a_4ea7c1acc5800

Gnocchi Carlo: Cristo con gli alpini

Prezzo base14,00 €
Prezzo di vendita14,00 €
Sconto

Descrizione veloce


La tragedia della ritirata di Russia, raccontata da don Carlo Gnocchi.

Qta:

Cristo con gli alpini
Carlo Gnocchi

Prefazione di Armando Torno

Pagine: 124
Codice: 14066
EAN: 9788842542117
Collana: Testimonianze fra cronaca e realtà - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


«Passa ultimo e frettoloso un giovane ufficiale. Riconosce il Cappellano. "Ciao" gli dice sottovoce. "Hai il Signore?" Dammelo da baciare." Un bacio intenso e poi via animosamente. Verso la battaglia.»

Cristo con con gli alpini non è un'opera qualunque. Non è, insomma, un diario, un resoconto, una cronaca, una confessione, ma è un atto di fede gettato nella follia della guerra, un gesto di speranza dedicato a coloro che ormai non ripetevano più questa parola, uno slancio d'amore che replica ai colpi della violenza. Per questo don Carlo porta Cristo al fronte, o meglio lo conduce nella disperazione degli accerchiamenti dove si consumavano le ultime forze.

Prosa semplice, piccoli esempi e un cuore immenso fanno di questo libro un documento prezioso.

Le pagine dedicate a Giorgio, il bambino che ha perso tutto e poi muore, sono più eloquenti di tutte le analisi degli storici. Leggendole si capisce perché "tocca alla morte rivelare profonde e arcane somiglianze".
Riproporre Cristo con gli alpini significa conoscere un po' di più la guerra e la Russia; queste pagine spiegano l'inizio di un miracolo.


L'autore
Carlo Gnocchi nacque a San Colombano al Lambro (MI) nel 1902. Allo scoppiare della Seconda guerra mondiale si arruolò come cappellano volontario e partì prima per il fronte greco-albanese e poi - con gli alpini della Tridentina - per la campagna di Russia. Scampato miracolosamente alla tragedia della ritirata, dedicò la propria vita a una grande opera di carità, occupandosi di orfani, mutilatini e poliomelitici. Morì a Milano nel 1956 ed è stato beatificato il 25 ottobre 2009. Oggi la Fondazione Don Gnocchi è una realtà di primo piano nel panorama sanitario e socio-assistenziale del nostro Paese.


Rassegna stampa
12.11.2011 Avvenire

Rassegna stampa anni precedenti




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.