Ugo Mursia Editore - GIORNATA DELLA MEMORIA 2019
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo

A Basiglio: sessanta ore per leggere i nomi dei deportati nei lager nazisti.

Per una settimana – dal 20 al 27 gennaio – a Basiglio in provincia di Milano studenti e cittadini si avvicenderanno nel leggere i 30.632 nomi delle persone che dall’Italia vennero deportate nei campi nazisti. L’iniziativa “Restituisco il tuo nome” è organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la casa editrice Mursia, le associazioni del territorio e l’Istituto comprensivo

Per celebrare la “Giornata della memoria 2019”, l’amministrazione comunale di Basiglio ha deciso di ricordare una a una le 30.632 persone che furono deportate nei lager nazisti dall’Italia (6.806 ebrei di varia nazionalità e 23.826 italiani imprigionati per motivi politici), organizzando “Restituisco il tuo nome”, una maratona di lettura dei loro nomi che prenderà il via domenica 20 gennaio alle ore 16.30 e proseguirà, per 60 ore, fino a domenica 27 gennaio. È la prima volta che viene organizzata in Italia.

Sul palco che verrà allestito negli spazi del centro commerciale di MI3, si avvicenderanno gli amministratori di Basiglio e dei Comuni vicini, gli studenti delle scuole basigliesi, gli iscritti delle associazioni del territorio e i cittadini che vorranno partecipare, senza bisogno di prenotarsi.

Illuminati da una fiaccola che arderà in un braciere per tutta la durata della maratona di lettura, dopo avere ricordato il nome della persona deportata, i partecipanti deporranno un sassolino in un apposito contenitore, secondo l’usanza del rito ebraico di posare una pietra sulla tomba in commemorazione del defunto.

“Restituire alla memoria i nomi dei singoli deportati affidandone la lettura pubblica a singoli cittadini – spiega il sindaco Lidia Reale – è un gesto simbolico di enorme importanza, soprattutto ora che sono sempre meno i testimoni diretti della tragedia della Shoah e della deportazione. Il nostro è un gesto collettivo che vuole restituire alle vittime quella identità che nei campi nazisti si è cercato di cancellare, annullare, distruggere. Le vittime della più grande tragedia del Novecento – conclude il primo cittadino – erano donne, uomini, bambini con un nome e una storia: vogliamo ricordare ad alta voce i loro nomi perché nessuno possa dimenticare o negare ciò che è avvenuto”.

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con Mursia, che ha edito le due pubblicazioni da cui verranno letti i nomi: “Il libro della memoria” di Lilliana Picciotto, storica del CDEC (Centro di documentazione ebraica contemporanea), che in oltre vent’anni di ricerche ha ricostruito numeri e identità delle vittime della Shoah in Italia, e “Il libro dei deportati” a cura di Brunello Mantelli e Nicola Tranfaglia in collaborazione con ANED (Associazione nazionale ex deportati campi nazisti), nel quale sono raccolti i nomi di italiani deportati per motivi politici. In entrambi i libri, oltre ai nomi sono riportati data e luogo di nascita, data e luogo di arresto, campo di transito e di destinazione, data di liberazione o di morte.

https://www.mursia.com/index.php/it/storia/storia-contemporanea/per-non-dimenticare

 

Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.