I Gialli: Celli G.-Savini C.: Morte nei boschi
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./Morte_nei_boschi_4dad793cee262

Celli G.-Savini C.: Morte nei boschi

Prezzo base15,00 €
Prezzo di vendita12,75 €
Sconto-2,25 €

Descrizione veloce

Francia, seconda metà del Settecento. Una creatura misteriosa semina il panico nella regione del Gévaudan. Nessuno conosce veramente l’identità della Bestia. Un lupo? Un demone? Realtà e leggenda s’intrecciano in questo romanzo intrigante e avvolgente.

Qta:

Morte nei boschi
Giorgio Celli - Costanza Savini

Pagine: 202
Codice: 23800
EAN 978-88-425-4785-3
Collana: Romanzi


«Da bambino, Nonno Goriot aveva sentito raccontare la misteriosa storia della Bestia del Gévaudan che per molti anni aveva terrorizzato la popolazione sbranando donne e bambini e che, a un certo punto, si era come dissolta lasciando dietro di sé una vera e propria leggenda nera.»

Sotto una pioggia battente, un viandante dai capelli biondo-cenere, il vestito sgualcito e lo sguardo stanco trova rifugio in una locanda lungo il ciglio di una strada. Lo accoglie una donna compiacente dalle mani tozze e gravate da anelli d'oro matto. L'ululato lugubre di un lupo scatena i ricordi di Stefan, questo è il nome dell'uomo, che comincia a raccontare una misteriosa storia. Durante il regno di Luigi XV, nella regione del Gévaudan in Francia, una creatura mostruosa si aggirò per i boschi e per i prati aggredendo donne e fanciulli che portavano le vacche all'alpeggio. Si parlò di un animale assetato di sangue, di un demone uscito dall'inferno o addirittura di un flagello divino che già i parroci delle parrocchie di montagna da tempo avevano minacciato, ma nessuno seppe mai veramente chi o che cosa fosse.
Per circa quattro anni la bestia seminò morte per tutta la regione, incutendo terrore tra la povera gente, in balia delle suggestioni della superstizione e del peccato. Poi, tutto d'un tratto, sembrò dissolversi nel nulla, lasciando dietro di sé un senso di vuoto e di inquietudine.
Realtà e leggenda si mescolano nel racconto di Stefan. Chi o che cosa era la Bestia del Gévaudan?


Gli autori
Giorgio Celli è l'entomologo più celebre d'Italia ed è professore emerito presso l'Università di Bologna. Studia le alternative ai pesticidi in agricoltura, l'ape come organismo indicatore dell'inquinamento ambientale e la sua etologia. Scrittore e divulgatore scientifico, con Mursia ha pubblicato I sette peccati capitali degli animali (2006) e Destini (2008), scritto insieme a Costanza Savini.

Costanza Savini, originaria del lago di Garda, ha compiuto studi giuridici a Bologna dove frequenta la Scuola di Biosistemica. Attenta ai problemi dell'infanzia soprattutto quando segnata da una difficile integrazione nel sociale, scrive anche per ragazzi. Con Mursia ha pubblicato Il lago in soffitta (2007) e Destini (2008) scritto insieme a Giorgio Celli.


Rassegna stampa
01.12.2011 Corriere di Bologna
31.05.2011 Il Resto del Carlino
19.05.2011 Secolo d'Italia


 




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.