Grande Universale Mursia: Boccaccio G.: Filostrato ( Surdich L.)
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
61mTwCnDa9L

Boccaccio G.: Filostrato ( Surdich L.)

Prezzo base9,30 €
Prezzo di vendita7,91 €
Sconto-1,39 €

Descrizione veloce

Poema in ottave che racconta la storia di Troiolo, figlio di Priamo, e del suo amore per Criseida.

Il prodotto non è momentaneamente disponibile. Avvisami!

Filostrato
Giovanni Boccaccio
a cura di Luigi Surdich

Pagine: 432
Codice: 21305
EAN: 9788842504948
Collana: GUM

 


Dopo aver scritto, con il Filocolo, il primo romanzo in prosa della letteratura italiana, Giovanni Boccaccio continua nella sperimentazione di nuovi generi e, scrivendo il Filostrato (probabilmente nel 13339), compone il primo poema in cui venga adottato lo strumento metrico dell'ottava narrativa, destinata a diventare fondamentale per qualsiasi autore che, nei secoli a venire, racconterà in versi.
Storiograficamente importante, il Filostrato, nello sviluppare la storia della separazione e della lontananza dei due protagonisti, Troiolo e Criseida, che sarà ripresa e altrimenti trattata anche da Chaucer e Shakespeare, si inserisce all'interno del curriculum creativo del Boccaccio come una tappa significativa di quella «linea dell'elegia» che culminerà nell'Elegia di Madonna Fiammetta.
Narrativa e lirica si incrociano in questo testo che, nell'edizione qui proposta, si avvale di un commento inteso a registrare la fitta trama di echi, riprese tematiche, tópoi letterari, situazioni poetiche appartenenti tato all'area popolareggiante quanto alla tradizione letteraria (dai classici Ovidio e Virgilio a Cino da Pistoia a Petrarca), cui Boccaccio si affida per istituire quel personale codice di comunicazione letteraria che, mediante i continui rinvii ai loci paralleli, viene circoscritto dal minuzioso apparato di note.

 

 


L'autore

Giovanni Boccaccio (1313-1375), poeta e padre della prosa volgare italiana, è stato, insieme a Dante e Petrarca il più importante scrittore del XIV secolo in Italia e in Europa: il Decameron, tradotto in molte lingue, venne subito apprezzato anche a livello europeo.

 


Il curatore

Luigi Surdich, nato a Cherso (Istria) nel 1946, insegna Letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Genova. È autore del volume La cornice di amore. Studi sul Boccaccio (Pisa, 1987) e di saggi su De Amicis, Faldella, Gozzano, Calvino e Caproni.




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.