Sidebar
-5%

Fichte Johann Gottlieb: Filosofia della massoneria

: Copie disponibili in magazzino

: Filosofia

: Ugo Mursia Editore

€17,10 €18,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Johann G. Fichte

LA FILOSOFIA DELLA MASSONERIA

Introduzione di Claudio Bonvecchio

«Tu non puoi esigere ragionevolmente che io ti conceda altra conoscenza dell’Ordine salvo che esso esiste»

Pubblicata in Germania tra il 1802 e il 1803, in forma anonima e sotto forma di lezioni, la Filosofia della Massoneria è opera di uno dei più grandi esponenti del Romanticismo tedesco: Johann Gottlieb Fichte.

Lo spirito che anima gli interventi di Fichte, che si possono considerare delle vere e proprie Lezioni Magistrali, fa emergere con forza e rigore la centralità della Tradizione iniziatica ed esoterica. Per Fichte la Tradizione non richiede prove storiche e tanto meno modalità razionali che ne attestino l’autenticità. L’essenza della Libera Muratoria, alla quale il filosofo era iniziato, non consiste allora nella sua storia, ma nel fatto che esiste nel cuore di chi ad essa aderisce. Fichte dimostra di aver compreso, così, seppure in un’aura romantica, l’essenza esoterica della Libera Muratoria: la ricerca dell’Assoluto, della Totalità, dell’Essere.

Johann Gottlieb Fichte, filosofo tedesco (Rammenau 1762-Berlino 1814). Seguace della filosofia kantiana e in particolare della sua teoria morale, costruì l’edificio sistematico del sapere su un principio di libertà. La filosofia di Fichte, che intendeva la realtà come il prodotto della libera attività spirituale dell’uomo, esercitò un grande influsso sui romantici. Le sue opere principali sono: Fondamento dell’intera dottrina della scienza (1794), Discorsi sulla missione del dotto (1794), Fondamenti del diritto naturale (1796), Sistema della dottrina morale (1798) e Discorsi alla nazione tedesca (1808).

Pagine 216
Euro 18,00
Codice 10808T
EAN 9788842560388